Il governo marocchino condanna la diffusione del video che mostra Nasser Zefzafi nudo

Il ministro di Stato per i Diritti Umani del Marocco, Mustapha Ramid, ha risposto, tramite il suo account Facebook alla diffusione di un video che mostra il leader delle proteste del Rif marocchino, Nasser Zefzafi, impegnato nel mostrare il suo corpo per dimostrare l’assenza di segni di tortura.

Mustapha Ramid ha definito questo video come “un affronto alla dignità umana”. E’ la prima reazione sdegnata di un membro del governo. Il ministro di Stato per i Diritti Umani di Rabat dice “di aver provato grande dolore guardando un video del detenuto Zefzafi che mostra le sue parti del corpo (gambe, braccia e schiena) sotto lo sguardo di una telecamera”.

“Questo atto è un affronto alla dignità di un cittadino inerme, quali che siano le accuse mosse contro di lui. Per ora, non sappiamo in quale posto questo video sia stato filmato o in quali circostanze” aggiunge l’esponente del governo di Rabat.

fonte Agenzia Nova

Potrebbe interessarti anche