Dopo il Flop Al Milan, in Spagna e in Olanda. Che fine ha fatto Mastour?

Sono lontani ormai i tempi in cui il giovanissimo Hachim Mastour, considerato un vero e proprio enfant prodige, incantava tutti con le sue doti da funambolo. Già nel 2013 il classe 1998 sembrava un predestinato, grazie alle sue doti tecniche che gli avevano permesso anche di palleggiare con il suo idolo Neymar. Da allora il brasiliano ne ha fatta di strada collezionando anche numerosi trofei al Barça, mentre il marocchino ha disatteso le aspettative non riuscendo a lasciare il segno.

Da possibile crack a giocato svincolato
Da possibile fenomeno a giocatore svincolato, già perché il Milan lo scorso 30 giugno ha deciso di non rinnovare il suo contratto dimostrando di non credere più nelle sue potenzialità. E pensare che due stagioni or sono per Mastour sembravano pronte a muoversi società come il Real Madrid e il Paris Saint Germain. Il Milan però ha deciso nel 2015/2016 di girarlo in prestito al Malaga per permettergli di mettere minuti importanti nelle gambe e magari anche di crescere a livello di tenuta mentale.

I flop in Spagna e Olanda
In Spagna dopo una serie di problemi legati al contratto, il ragazzino ha collezionato una sola presenza, entrando nei minuti finali del match contro il Betis. Troppo poco per un giocatore arrivato tra grandi aspettative: il Malaga ha deciso nell’estate successiva di rispedirlo al Milan risolvendo anticipatamente il prestito. Pochi giorni dopo il nuovo prestito questa volta in Olanda al PEC Zwolle. La stampa oranje ha definito il trequartista come uno dei maggiori flop di mercato, confermando così i numeri poco incoraggianti collezionati nella sua nuova esperienza con sole 6 presenze all’attivo. Ecco allora il ritorno a Milano, solo però per poche settimane prima dell’addio definitivo, con la speranza che il giovane talento possa ritrovare quella strada che sembra al momento smarrita.

fonte Fanpage

Potrebbe interessarti anche