Bloccato un matrimonio in comune tra un marocchino e un’italiana: Era per ottenere i documenti

Li hanno fermati sul più bello, prima del fatidico “Sì lo voglio”. Era un matrimonio combinato, al solo scopo di fare ottenere il permesso di soggiorno e la cittadinanza italiana, quello interrotto dai carabinieri di Casale Monferrato.

I militari hanno denunciato i due “sposini”, lui, 32enne di origine marocchina che era stato più volte colpito da decreto di espulsione e la futura compagna, casalese di 27 anni, disoccupata, che è stata denunciata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sono stati gli impiegati degli uffici dell’anagrafe che, insospettiti, hanno avvertito i carabinieri. Che, prima hanno accertato l’esistenza di una serie di decreti di espulsione non ottemperati, e poi arrivati sul posto in borghese, hanno fermato il matrimonio.

Potrebbe interessarti anche