Tunisia: manifestanti nella capitale reclamano libertà di mangiare in pubblico durante Ramadan

Decine di persone hanno manifestato oggi a Tunisi reclamando il diritto di mangiare e bere in pubblico durante il Ramadan, mese di digiuno musulmano, e per protestare contro l’arresto di quattro persone all’inizio del mese perché “sorpresi” a mangiare in pubblico. Nessuna legge vieta di mangiare o bere in pubblico durante il Ramadan in Tunisia, ma ogni anno si assiste al dibattito sulla questione. La Costituzione tunisina garantisce la “libertà di credo e di coscienza”, ma lo Stato è anche descritto come “custode della religione”. La manifestazione è stata organizzata dal movimento “Mush Bessif” (non contro la nostra volontà, in arabo). Tra i manifestanti anche tunisini che osservano il digiuno rituale, scesi in piazza per rivendicare la libertà di credo e di coscienza.

Link Sponsorizzati

FONTE

Link Sponsorizzati