Non può prendere il sole per motivi di salute, viene scambiata per musulmana e insultata

Ha subito da poco un trapianto di midollo osseo e la terapia che sta seguendo ha reso inefficace il suo sistema immunitario. Per questa Anna Pacifica Colasacco, 61 anni, antiquaria dell’Aquila, non può esporsi al sole. Domenica scorsa ha deciso di fare comunque una passeggiata al mare, sulla costa dei trabocchi, coprendosi da capo a piedi, volto compreso, per evitare problemi. Ma, mentre camminava tranquillamente con i suoi due cani al guinzaglio, è stata aggredita verbalmente da molti passanti, che hanno creduto di essersi imbattuta in una donna musulmana.

Una storia di intolleranza che ha dell’incredibile, raccontata dalla stessa protagonista al Corriere della Sera e sul suo profilo Facebook. Anna Pacifica Colasacco acquisì una certa notorietà nei mesi successivi al terremoto del 6 aprile 2009, quando dalle colonne del suo blog raccontava cosa significava essere “terremotati”, o descriveva la vita nel capoluogo d’Abruzzo prima del sisma devastante.

Per questo, il brutto episodio in cui è incappata domenica ha avuto ancora più clamore. “Tutti quelli che abbiamo incontrato hanno avuto una reazione ostile”, ha raccontato alla giornalista Elena Tebano. In particolare, sono pesati gli sguardi “di disapprovazione” da parte degli uomini e commenti poco pacati da parte delle donne.

Quando il marito ha preso le sue difese, le cose sono andate anche peggio: la coppia, scambiata per straniera, è stata invitata ad “andarsene”.

Alla fine, per evitare ulteriori problemi, Anna Pacifica Colasacco ha deciso di scoprirsi il volto, mostrando la mascherina che indossa come protezione. E, a qual punto, la situazione si è calmata.

Ma le è rimasta l’amarezza per un episodio grave, che mostra quanto in troppi siano prevenuti contro chi viene reputato diverso, per un motivo o per un altro.

Fonte

Potrebbe interessarti anche