Canada – Arrestato il Terrorista: E’ un franco-canadese simpatizzante per Trump e Le Pen

Un assalto a colpi di arma da fuoco è stato compiuto domenica sera alle 20 (ora locale) nella moschea di Quebec City, in Canada, mentre una quarantina di persone erano radunate per la preghiera. Sul posto sono intervenute pattuglie di polizia e forze speciali, oltre a numerose ambulanze. Il bilancio è di 6 morti e 8 feriti. Le vittime sono uomini tra i 35 e i 70 anni. Due persone sono state arrestate , la prima nelle vicinanze della moschea, la seconda dopo una caccia all’uomo terminata vicino a l’Ile d’Orleans. Dopo ore convulse la polizia del Quebec ha precisato che, dei due fermati, uno solo è considerato l’esecutore materiale della carneficina, l’altro viene definito un “testimone” anche se viene ancora trattenuto in stato di arresto.

Link Sponsorizzati

L’identità dei due arrestati

Alcuni media canadesi hanno diffuso l’identità delle due persone: si tratterebbe di Mohamed Khader e Alexandre Bissonnette; nessuno dei due era conosciuto alla polizia che continua a mantenere il massimo riserbo sul profilo dei due arrestati. Il primo è di origini marocchine ma non è stata precisata la nazionalità: benché arrestato, per la polizia è un “testimone” della strage”. Il secondo dei due è invece considerato l’autore materiale della strage: Bissonnette ha 23 anni, è originario di Cap Rouge ed è stato arrestato a una ventina di chilometri di distanza dal luogo dell’attentato e sarebbe uno studente di antropologia dell’università Laval, quella con il maggior numero di studenti stranieri di tutto il Canada; anche l’altro arrestato potrebbe essere uno studente del medesimo ateneo. Bissonnette, sempre secondo le prime notizie che arrivano dal Canada, si sarebbe costituito spontaneamente con una telefonata alla polizia; nella chiamata si sarebbe detto pentito di quanto compiuto. Nella sua pagina facebook non compaiono richiami politici o religiosi di nessun tipo: solo riferimenti a feste studentesche, a foto di Halloween e poco altro. L’ultimo post è del 20 gennaio scorso. Secondo il sito canadese Lapresse, nella sua pagina facebook, in seguito non più raggiungibile, Bissonnette avrebbe espresso dei “like” a pagine riguardanti Donald Trump e Marine Le Pen.

18,337 Visite totali, 14 visite odierne

Link Sponsorizzati